Fai chiarezza nella vita e nel business

Nella vita reale raramente le persone si trovano a comportarsi come in televisione.

Di fronte alle difficoltà si sentono frustrate o irrequiete, anche quando non hanno nulla di cui lamentarsi. Anche quando “la vita è bella”.

A fine giornata quando trovano un momento di silenzio un suono comincia ad emergere, un rumore che si fa spazio nella mente…

  • Valeva davvero la pena complicarsi la vita?
  • È la direzione corretta quella che ho intrapreso?
  • Se cambiassi direzione, visto che va tutto bene, cosa ne penseranno gli altri?
  • Sono in grado di affrontare il nuovo livello?
  • Perché in questo momento non riesco ad essere sereno/a?

E così andare

Queste domande raramente hanno una risposta chiara, precisa, univoca.
L’unica risposta a queste domande sta nella decisione, nella scelta, nell’azione.

Del resto ogni progetto, anche di business, è una scommessa con il futuro, come ci ha dimostrato il Covid-19, e dobbiamo sperare di avere puntato sul numero corretto e posto in essere le azioni, anche correttive, migliori.

Il problema sorge proprio da questo, la ricerca spasmodica di una risposta “verbale” comporta il rallentare e fermare delle attività, con tutte le conseguenze del caso. Per le persone particolarmente attive significa un cedimento alla sicurezza in primis e poi alle proprie certezze della vita

Un dubbio si insinua

Tutto quello che ho ottenuto forse andava nella direzione sbagliata, ho buttato via anni della mia vita. E questo dubbio porta via la chiarezza mentale.
Questo dubbio appanna le lenti della chiarezza mentale portando con sé l’insoddisfazione. Le persone si chiudono in sé stesse e smettono di crescere per difendere quello che hanno conseguito fino a quel momento.

Il fatto è che, come insegna la natura, ciò che non cresce muore.

Insoddisfazione

La passione inizia a scemare “del resto è normale dopo tanto tempo” inizi a pensare. E pian piano questa insoddisfazione anormale si propaga nelle relazioni personali e professionali, genera tensione e stress che si riversano negativamente sul lavoro ed in famiglia.

Pian piano è il solo senso del dovere o del bisogno (guadagnare) che spinge la persona a portare avanti l’attività lavorativa.

Non c’è emozione, solo attività meccanica. Per fortuna c’è una soluzione.

Chiarezza mentale

È bene fare chiarezza mentale su di sé, sulla propria vita e sul proprio futuro.
Fare chiarezza è, prima di tutto, un’ottima abitudine che aiuta le persone a crescere e continuare a sentirsi realizzate sul lungo periodo

Fare chiarezza è un atto generativo non un bene da possedere. Fare chiarezza equivale a pulire le lenti degli occhiali dall’appannamento quando si porta la mascherina. Pulire le lenti permette di scegliere una direzione piuttosto che un’altra e con essa una percezione migliore di sé e della propria vita.

È essenziale chiarire chi sei, a cosa attribuisci valore, quali sono i punti di forza e debolezza e che direzione vuoi prendere.

Un semplice esercizio è dare un punteggio da 1 a 5 per ognuna di queste domande, dove 1 equivale a “non sono per niente d’accordo” e 5 “sono totalmente d’accordo”

  • So chi sono, ho chiari i miei valori, allineo i miei comportamenti a questi e sonno consapevole dei miei punti di forza e di debolezza
  • So cosa voglio, ho chiari i miei obiettivi, e sono allineati ai miei valori, so quali sono le mie passioni e come alimentarle quotidianamente
  • So come raggiungere i risultati che voglio, ho ben chiaro in mente come realizzare i miei sogni

Maggiore è il punteggio, maggiore è il livello di chiarezza mentale

Un livello elevato di chiarezza mentale è connesso alla maggiore 

  • Fiducia in sé stessi
  • Felicità
  • Assertività
Iscriviti alla Newsletter