Descrizione Progetto

Mind The Brain

Allena la mente #mtb

la Dieta del No

Spesso si considera dieta, la rinuncia al cibo per dimagrire; in realtà dieta etimologicamente deriva dal greco: “diaita” e significa “modo di vivere” ed oggi ha assunto l’ulteriore significato di regola alimentare

Non può essere sano il modo di vivere che esclude i No, i confini. La persona che non è in grado di porre confini, non tutela sé stessa.

Porre i limiti ed i confini è fondamentale per una vita sana

  • no al cibo spazzatura
  • no alla sedentarietà
  • no allo stress
  • no ai rubatempo
  • no ai vampiri energetici

No a tutto ciò che non fa bene!

“Dire No significa prima di tutto dire Sì a te stesso/a e proteggere ciò che per te è importante” (cit.)

Esercizio

Definisci la durata dell’allenamento

Ti consiglio di farlo per almeno un mese, per abituarti al disagio e stabilire un nuovo schema del processo decisionale

La pratica

Passo 1 

Quando ti viene chiesto di fare qualcosa, 

  1. fai una pausa 
  2. prendi un respiro profondo
  3. esprimi un forte “No”, sia esso in silenzio o espresso a voce

Passo 2 

  1. fai tre respiri collegati, focalizzati e percepisci quello che provi e prendi consapevolezza del tuo corpo
  2. il tuo corpo si rilassa mentre esprimi il “No”, anche se provi disagio?
  3. Nota le emozioni e le loro ragioni, sono loro che ti fanno sapere se quel “No” è allineato o meno con te stesso/a

Se non sei sicuro/a, prenditi qualche minuto in più prima di prendere la decisione

Passo 3 

Prendi la tua decisione ed esprimila

Passo 4

Impara dall’esperienza. Guardando indietro, il tuo “No” o “Sì” era allineato?

CONDIVIDI IL TUO PIANO CON LE PERSONE CON CUI INTERAGISCI REGOLARMENTE

“Sto facendo una pratica per imparare a essere più assertivo/a su ciò che voglio fare e non voglio fare. Per il prossimo ____________ (periodo di tempo) ho intenzione di rispondere con un “No” immediato, a tutte le richieste che provengono d te, da altri o, anche, da me stesso/a. Dopodiché mi fermerò e valuterò se il “No” è allineato con il mio sentire ed i miei valori. Se lo fosse, onorerò il mio “No”. In caso contrario, cambierò idea e procederemo a dialogare su ciò che posso fare. Anzi, ti chiedo di aiutarmi: se dovessi notare una mia deviazione da questa pratica, me lo farai notare?”

Soluzioni alternative al “No” da usare con chi non conosce la pratica:

  • “Fammi controllare l’agenda e ti rispondo”.
  • “Vorrei dormirci sopra e darti una risposta domattina.”
  • “Dammi un momento per pensarci”.
  • “Fammi verificare con gli altri e vedere se funziona con ciò che abbiamo già pianificato”.
  • “Devo dire di no per ora e ti ricontatterò se cambio idea.”
  • “Ho altri piani (che potrebbero includere il riposo) e non sarò in grado di farlo.”
  • Sembra una grande opportunità e non mi piace dire di no, ma darò la priorità alla gestione di ciò che ho già nel mio piano”
  • Non sono davvero sicuro/a di cosa voglio in questo momento. Lasciami prendere un po’ di tempo per chiarirmi e ti risponderò entro _______”.

Se vuoi condividere con me il tuo risultato o prenotare una sessione di coaching

Contattami